Buzzfeed, cyberpropaganda e M5s, c’è feeling con Putin?

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

Il tema della cyberpropaganda – e dell’uso che ne potrebbero fare partiti come il M5s -, sta subendo una escalation. La questione è stata sollevata alcuni giorni fa da Jacopo Iacoboni sulla Stampa, al quale ha risposto Davide Vecchi sul Fatto Quotidiano, osservando che non c’è nessuna inchiesta sul tema. Ma la morsa sul M5s si è ulteriormente stretta con un articolo di Buzzfeed a firma di Alberto Nardelli e Craig Silverman.

Giornata contro la violenza sulle donne, ora agire

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

Chi è contro la violenza di genere deve quindi avere il coraggio di dire le cose come stanno. Non si tratta di opporre "verità di Stato" al pregiudizio misogino, ma di favorire un vero spazio di discussione, dove la cultura tradizionale venga letta e decostruita affiancandole la migliore letteratura sulla performatività di genere, "sdoganata" da una santa inquisizione clericale che la demonizza.

Perché eleggiamo cretini per governarci?

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

La democrazia è da buttare? No. È una pessima forma di governo, ma la migliore di quelle disponibili. Per funzionare avrebbe bisogno che tutti avessimo le informazioni giuste. Il futuro della democrazia si gioca sulla qualità di informazioni corrette che sia politici che elettori avranno a disposizione. Come rendere democraticamente disponibili queste informazioni è la sfida per combattere i cretini.

Usa, vince Trump, perde Clinton e la sinistra post materialista

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

Quella di Trump è una vittoria tradizionale: non solo dei diritti economici che battono i diritti post materialisti. È una vittoria dell’ideologia. Questa sì "fact blind" ma profondamente politica. Politica nella misura in cui il protezionismo nel campo dell’economia rappresentato da Trump ha pesato di più della retorica sul cosmopolitismo liberal di Clinton. Questa vittoria, infine, è la sconfitta delle èlites liberal urbane

Terremoto castigo di dio e notte della ragione

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

Terremoto castigo di dio? Direi più notte della ragione. Quelli che il terremoto è un castigo di dio sono un esercito, oramai. Gli ultimi a unirsi a questo coro sono stati i commentatori di Radio Maria. Per loro, il terremoto sarebbe stato scatenato da dio per disapprovare le unioni civili.