Trump, Sanders e il futuro della sinistra

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

Dio è morto, Marx pure e la sinistra in crisi di identità. Tanto in crisi, che Sanders "apre" a Trump, Fassina pure e più di un compagno occhieggia al "dux" amerikano, l’antimercatista amico degli operai e nemico del Nafta. C’è molta confusione sotto il cielo. Stiamo andando oltre la destra e la sinistra, come tutti i movimenti definiti populisti – a incominciare da Grillo – si auguravano? O c’è un nuovo asse estrema destra-estrema sinistra all’orizzonte? Un nuovo patto Molotov Ribbentrop?

Raggi indagata, prova di maturità per il M5s?

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

Raggi indagata per abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. È arrivato l’avviso di garanzia che in tanti aspettavano per rinfacciare al M5s che la loro presunta diversità morale è falsa. Se il M5s trarrà la giusta morale dalla vicenda Raggi – e governerà bene Roma – potrà candidarsi veramente a forza di governo. Perché, se governi male, puoi essere "onesto" quanto vuoi ma la res publica non funziona. E da oggi, comunque, sei anche indagato.

Pittella, Tajani e la sfida del Parlamento europeo

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

Il 17 si vota per scegliere l’erede di Martin Schulz. Gli unici che si possono giocare la presidenza sono Gianni Pittella, leader dei socialisti (S&D) e Antonio Tajani, candidato del Partito Popolare Europeo (Ppe). Proprio Tajani è una delle personalità politiche più vicine a Berlusconi. Un Ppe berlusconizzato, non solo darebbe la stura ai populismi in Europa, ma rilancerebbe lo stesso Berlusconi in Italia.

L’addio di Obama. GeRussia o populismi?

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

L’ultimo giorno di Obama è "l’alba" di una nuova notte? Dopo le magnifiche sorti et progressive di una presidenza progressista e di cambiamento, il mondo freme per la vittoria antiestablishment, quella di Trump, che – coerentemente – l’establishment continua a denunciare come una minaccia fascista, sessista e militaresca. La realtà è sempre più complessa e sfumata.

European Parliament President elections start a real competition as EPP and S&D break grand coalition

Posted Leave a commentPosted in Politica, relazioni internazionali, Europa e società

The coming elections for the presidency of the European parliament signal that a real competition is underway between Antonio Tajani, the candidate of European People’s Party (EPP), and Gianni Pittella, who leads the Progressive Alliance of Socialists and Democrats (S&D). The election that will be held on January 17 is finally a competitive race, because… » read more